Diamo valore a ogni singolo giorno

Analizziamo e selezioniamo le informazioni più utili.

A piccoli passi miglioriamo il tuo futuro. 

Semplificazioni tributarie - Principali novità

(D.L. 2 marzo 2012, nr. 16 - Gazz. Uff. n. 52 del 2 marzo 2012, Serie Generale)

Lo scorso 2 marzo 2012 è entrato in vigore il c.d. decreto sulle “Semplificazioni fiscali” le cui principali disposizioni sono di seguito illustrate:

TERMINE PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI D’INTENTO
Le comunicazioni relative alle dichiarazioni di intento ricevute dovranno essere inviate non più entro il 16del mese successivo alla loro ricezione, ma entro il termine della prima liquidazione Iva, mensile o trimestrale, nella quale sono ricomprese le forniture effettuate in sospensione di imposta, in conseguenza delle dichiarazioni di intento ricevute.

ELENCHI “CLIENTI E FORNITORI”
Viene modificato l’adempimento relativo allo spesometro, infatti a decorrere dal 1° gennaio 2012, l’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA è assolto con la trasmissione telematica:
a) dell'importo di tutte le operazioni attive e passive per le quali è previsto l'obbligo di emissione dellafattura, effettuate per ciascun cliente e fornitore;
b) delle sole operazioni per le quali non è previsto l'obbligo di emissione della fattura, qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore ad euro 3.600, comprensivo dell’IVA.

In altre parole, con riguardo alle operazioni per le quali è obbligatoria l’emissione della fattura, dovrà essere comunicato l’importo complessivo di tutte le operazioni intervenute con uno specifico cliente/fornitore, indipendentemente dall’ammontare unitario di ciascuna fattura.
Mentre, le operazioni per le quali non sussiste l’obbligo della fattura, dovranno essere comunicate solo se di importo pari o superiore al limite di € 3.600 (IVA compresa), così come già previsto per le operazioni effettuate dall’1.7.2011.
Poiché la predetta novità ha effetto dal 1° gennaio 2012, al momento non è chiaro se la decorrenza si riferisca alle operazioni effettuate da tale data ovvero sia applicabile anche all’adempimento in scadenza il prossimo 30 aprile 2012 relativo alle operazioni del 2011.

COMUNICAZIONI “BLACK LIST”
L’obbligo di comunicare telematicamente tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi cosiddetti “black list”, di cui ai DD.MM. 4.5.99 e 21.11.2001, viene limitato alle sole operazioni aventi importo superiore a 500 euro.

COMPENSAZIONE CREDITO IVA
Il decreto in esame ha stabilito che il limite di “compensazione libera” del credito IVA, passa da 10.000 a 5.000 euro. Di conseguenza, le compensazioni del credito IVA annuale o relativo a periodi inferiori all’anno, per importi superiori a 5.000 euro annui:
a) possono essere effettuate a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell’istanza da cui il credito emerge;
b) devono avvenire utilizzando esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate