Diamo valore a ogni singolo giorno

Analizziamo e selezioniamo le informazioni più utili.

A piccoli passi miglioriamo il tuo futuro. 

Pec: approfondimenti e novità

D.L. n. 29 novembre 2008, n. 185, art. 16, comma 6, convertito dalla L. 28 gennaio 2009, n. 2; D.L. 179/2012, art. 5

A decorrere dal 20 ottobre 2012 anche le imprese individuali che si iscrivono nel Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane avranno l’obbligo di indicare nella domanda di iscrizione l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale saranno in ogni caso tenute a depositare, presso l'ufficio del Registro delle imprese competente, il proprio indirizzo PEC entro il 31 dicembre 2013.

Sono già assoggettati all’obbligo di attivazione di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata tutte le società ed i liberi professionisti. Ricordiamo chela Posta Elettronica Certificata(detta anche posta certificata o PEC) è un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica standard con in più alcune caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione che rendono i messaggi opponibili a terzi. La PEC consente infatti di inviare/ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento (a un costo decisamente inferiore).

Per le società e i professionisti già obbligati ad avere la PEC ricordiamo, con l’occasione, l’importanza di consultare periodicamente la PEC  in quanto le comunicazioni trasmesse all’indirizzo di posta elettronica certificata si considerano ricevute anche se non lette, e assumono il valore legale della raccomandata.

Gli indirizzi PEC per i soggetti già obbligati, attualmente società e professionisti, sono rilevabili dalla visura camerale o presso l’ordine professionale.